Homepage
Fondazione Paolo Ferraris
 
LE ATTIVITA' DELLA FONDAZIONE
SEZIONE PUBBLICA
 
HOME PAGE VISITA LA FONDAZIONE VISITA IL MUSEO CONTATTI/ACQUISTI  
LE ATTIVITA' DELLA FONDAZIONE
SEZIONE RISERVATA
   
News  
CALENDARIO APERTURE CASTELLO DI COLCAVAGNO 2011
Foto Notizia
CASTELLO DI COLCAVAGNO
CALENDARIO 2011 APERTURA AL PUBBLICO
News  
APERTURA CASTELLO DI COLCAVAGNO
Foto Notizia
DOMENICA 13 MARZO 2011
ORE 15,00/18,00


Apertura straordinaria gratuita
del Castello di Colcavagno
in concomitanza con la manifestazione "Golosaria"
in collaborazione con il Comune di Montiglio Monferrato


Castello di Colcavagno - Via Generale Guasco 17
Colcavagno - Montiglio Monferrato (AT)

News  
4 CONCORSO LETTERARIO 201/2011
Foto Notizia
In data 3 dicembre 2010
la Rappresentanza a Milano della Commissione Europea
ha concesso il patrocinio
per la realizzazione del IV Concorso Letterario
"Oltre i diritti dell’uomo...
L’affermazione dei diritti, della libertà e delle responsabilità
di ogni essere umano"
News  
4 CONCORSO LETTERARIO 201/2011
Foto Notizia
In data 3 novembre 2010
la Regione Piemonte
con protocollo n° 19130-SB0105
Class. 001.190.030
ha concesso il patrocinio gratuito
per la realizzazione del IV Concorso Letterario
"Oltre i diritti dell’uomo...
L’affermazione dei diritti, della libertà e delle responsabilità
di ogni essere umano"
News  
4 CONCORSO LETTERARIO 201/2011
Foto Notizia
In data 19 ottobre 2010
la Provincia di Asti Assessorato alla Cultura
con protocollo n° 96778
ha concesso il patrocinio gratuito
per la realizzazione del IV Concorso Letterario
"Oltre i diritti dell’uomo...
L’affermazione dei diritti, della libertà e delle responsabilità
di ogni essere umano"
News  
4 CONCORSO LETTERARIO 201/2011
Foto Notizia
In data 4 novembre 2010
La Giunta Comunale della Città di Torino
con protocollo n° 6297
ha concesso il patrocinio gratuito
per la realizzazione del IV Concorso Letterario
"Oltre i diritti dell’uomo...
L’affermazione dei diritti, della libertà e delle responsabilità
di ogni essere umano"
News  
4 CONCORSO LETTERARIO 201/2011
Foto Notizia
In data 26 ottobre 2010
il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte
Direzione Generale
con Prot. n° 11957/u
ha concesso il patrocinio gratuito
per la realizzazione del IV Concorso Letterario
"Oltre i diritti dell’uomo...
L’affermazione dei diritti, della libertà e delle responsabilità
di ogni essere umano"
News  
CASTELLO DI COLCAVAGNO - CHIUSURA STAGIONE
Foto Notizia
Invito al Castello di Colcavagno
Via Generale Guasco 17
Colcavagno - Montiglio M.to (AT)

DOMENICA 31 OTTOBRE 2010
ORE 15,00/18,00
CHIUSURA STAGIONE 2010

Alle ore 16,00 
SOLENNE CELEBRAZIONE EUCARISTICA
PRESIEDUTA DA DON OTTAVIO SEGA

News  
4 CONCORSO LETTERARIO 201/2011
Foto Notizia
 
4° CONCORSO LETTERARIO A PREMI 2010 - 2011

promosso dall’ ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICO LIBRO 
in collaborazione con 
la FPF Fondazione “PAOLO FERRARIS” 

BANDO
“OLTRE I DIRITTI DELL’UOMO…”
L’AFFERMAZIONE DEI DIRITTI CULTURALI QUALE VEICOLO DI ATTUAZIONE DEI DIRITTI, DELLE LIBERTA’ E DELLE RESPONSABILITA’ DI OGNI ESSERE UMANO

“I DIRITTI CULTURALI” DICHIARAZIONE DI FRIBURGO
7 maggio 2007


1) - MOTIVAZIONI: 
L’educazione ai diritti non è una disciplina specifica, ma un processo di attuazione costante e universale che deve porsi l’obiettivo di formare mentalità, favorire comportamenti, promuovere positive capacità relazionali nel “rispetto della considerazione sistematica dei diritti culturali e della diversità culturale degli altri diritti dell’uomo”….(art. 12 lett. A) 
Dichiarazione di Friburgo. (vedi allegato 1)

Il Concorso si propone di attirare l’attenzione delle nuove generazioni sull’argomento attraverso un percorso educativo e culturale che sappia coniugare i diritti individuali con quelli generali di tutti gli esseri umani senza distinzione di nazionalità, razza, sesso e religione.

PERCHÉ PROMUOVERE UN CONCORSO LETTERARIO PER I GIOVANI SUI DIRITTI
CULTURALI ?
L’associazione Amico Libro attenta e sensibile alla promozione e piena realizzazione culturale delle giovani generazioni ha elaborato questo progetto per dare la possibilità ai giovani interessati di acquisire una maggiore consapevolezza su quali sono i diritti culturali dell’uomo intesi nella loro pluralità e nel rispetto delle diversità culturali del mondo globalizzato e della realtà europea.
Attraverso:
- Un’attenta lettura ed elaborazione dei contenuti della Dichiarazione di Friburgo sui Diritti Culturali (allegata); 
- La maturata consapevolezza sul significato e sul rispetto del “Diritto di tutti ai Diritti” 
- Il desiderio di offrire ai giovani un’opportunità incentivante, di facile accesso per diventare protagonisti in positivo della cultura del loro territorio e una maggiore consapevolezza nell’ambito dell’Unione Europa;
- Consentire ai partecipanti di esprimere, attraverso i loro elaborati, liberamente e senza condizionamenti, pensieri disagi e aspettative rispetto al loro inserimento a pieno titolo nella società di oggi e di domani ricca di prospettive ma anche di incertezze; 
- Far conoscere alla società civile e alle Istituzioni italiane ed europee, con particolare riferimento a quelle preposte alle politiche giovanili, le considerazioni dei giovani interessati dall’iniziativa sul tema dei Diritti Culturali in relazione alla loro esperienza rispetto al territorio dove essi vivono, studiano e lavorano.

2) – FINALITÀ
a) Offrire ai giovani un’ opportunità e uno spazio a loro dedicato per esprimere e affermare i loro Diritti Culturali per renderli sempre più partecipativi nella vita sociale, politica e economica. 

b) Incentivare nei giovani l’interesse di partecipare ad una competizione culturale propositiva e stimolante.

c) Favorire la crescita della consapevolezza dei Diritti Culturali per valorizzare il senso di appartenenza all’Unione Europea inteso come spazio di ideale condivisione non solo geografica ma culturale, umana, professionale.

d) Contribuire a formare le giovani generazioni per vivere in una società multiculturale attraverso la presa di coscienza che l’arricchimento umano, culturale, sociale ed economico non può, che scaturire anche dallo scambio fra le diverse culture

e) Potenziare la capacità di critica e la libertà di giudizio nel rispetto reciproco

f) Richiamare l’attenzione delle giovani generazioni sul futuro del pianeta, e sulle ricadute della ricerca nei diversi campi della vita dell’uomo... 

3) - DESCRIZIONE DEL CONCORSO:
CONCORSO LETTERARIO A PREMI: 
OLTRE I DIRITTI DELL’UOMO…
L’AFFERMAZIONE DEI DIRITTI CULTURALI QUALE VEICOLO DI ATTUAZIONE DEI DIRITTI, DELLE LIBERTA’ E DELLE RESPONSABILITA’ DI OGNI ESSERE UMANO

“I DIRITTI CULTURALI” DICHIARAZIONE DI FRIBURGO 7 maggio2007

PARTECIPAZIONE : 
Possono partecipare gli studenti delle Scuole Medie Superiori di Asti, Torino e Provincia 

SEZIONI DEL CONCORSO;

1 - RICERCA STORICA
Ricerca e commenta l’evoluzione della storia dei Diritti dell’uomo attraverso la storia dei personaggi, popoli e nazioni che a partire dal diciottesimo secolo si sono resi protagonisti per l’affermazione dei Diritti dell’uomo nei più diversi campi della vita: culturale, religiosa, scolastica, politica, economica, professionale, industriale, commerciale, sanitaria, ….. 

2 - MANIFESTO, SPOT , DISEGNO 
Realizzazione di uno messaggio promozionale, su supporto cartaceo o multimediale, utile a rappresentare i Diritti dell’uomo e i Diritti Culturali nella società contemporanea .

3 - POESIA
Individua uno o più diritti e rappresentali con una poesia 

ADESIONE:
Le adesioni devono pervenire alla Segreteria della Associazione di Volontariato Culturale Amico Libro entro il termine utile di lunedì 15 novembre 2010 presso la Fondazione “Paolo Ferraris” in Corso Galileo Ferraris, 99 – 10128 – Torino a mezzo posta, e/o anticipate a mezzo mail all’indirizzo amicolibro06@libero.it o per fax al numero 011-8127493.

SCADENZA DEL CONCORSO – PRESENTAZIONE ELABORATI: 
Gli elaborati dovranno tassativamente pervenire entro lunedì 28 febbraio 2011, unicamente a mezzo posta indirizzati alla Segreteria della Associazione di Volontariato Culturale Amico presso la Fondazione “Paolo Ferraris” in Corso Galileo Ferraris, 99 – 10128 – Torino.

4) MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
a) La formulazione degli elaborati potrà essere individuale o di gruppo. Dovrà essere inviata in duplice copia, in busta chiusa, all’Associazione “Amico Libro” presso la Fondazione “Paolo Ferraris” in Corso Galileo Ferraris, 99 – 10128 – Torino, entro e non oltre il 28 febbraio 2011, esclusivamente a mezzo posta o anche raccomandata e farà fede la data del timbro postale. La busta dovrà contenere cognome, nome, indirizzo del mittente.
b) Ogni elaborato dovrà essere accompagnato da :
• cognome e nome, indirizzo, telefono, eventuale mail, del partecipante al concorso.
• il nome della Scuola e la classe frequentata del candidato. 
• la dichiarazione che il materiale inviato è personale e inedito
• la dichiarazione di aver preso visione e accettato le norme di partecipazione al concorso
• la sottoscrizione del candidato
Eventuali informazioni potranno essere richieste via e-mail a: 
amicolibro06@libero.it 

GIURIA
I premi saranno assegnati entro maggio 2011 da una Commissione nominata dall’Associazione Amico Libro che sarà composta da esperti del settore. Il giudizio della Commissione è insindacabile. 

RISULTATI
I vincitori saranno tempestivamente avvisati tramite lettera, fax o e-mail da inviarsi all’indirizzo indicato dal partecipante al Concorso o presso l’Istituto di appartenenza.
Tutti i partecipanti, i cui elaborati saranno ammessi alla valutazione, riceveranno dall’Associazione Amico Libro un Attestato di Partecipazione e un Credito. 

DIRITTI D’AUTORE
I materiali inviati rimarranno patrimonio dell’Associazione e non saranno perciò restituiti.
I partecipanti, per il fatto stesso di partecipare al concorso, cedono ogni diritto di pubblicazione dei testi sul sito web dell’Associazione Culturale Amico Libro e sull’eventuale Antologia del premio senza aver nulla avere a pretendere.

PREMI
I premi, consistentI in una targa ricordo, saranno conferiti durante una cerimonia pubblica dal Presidente della giuria, ai primi tre classificati di ogni sezione a formulazione individuale o di gruppo.

1°) RICERCA STORICA
2°) SPOT, MANIFESTO, DISEGNO, CD O DVD
3°) POESIA


Alla scuola che avrà partecipato con il maggior numero di studenti, sarà assegnata la Coppa dei Campioni Letterari. Fatta salva la disponibilità da parte del Consiglio d’Europa, sarà possibile organizzare una delegazione rappresentativa al Salone Europeo dei Giovani e dei Diritti dell’Uomo…. che si terrà a Strasburgo dal 19 al 21 marzo 2011

PROCLAMAZIONE DEI VINCITORI
La proclamazione dei vincitori avverrà, prevedibilmente nel mese di maggio 2011, nel corso di una cerimonia pubblica che si terrà presso il Salone Internazionale del Libro di Torino, edizione 2011 o presso la Sala Incontri della Fondazione Paolo Ferraris, C.so Galileo Ferraris 99, Torino .

PREMIAZIONE
La premiazione dei vincitori avverrà il 4 giugno 2011 alle ore 15,00 nel corso di una manifestazione che si terrà presso il Castello di Colcavagno - Via G. Guasco, 17 – Colcavagno – Montiglio Monferrato (AT) 

L’Associazione Culturale Amico Libro si dichiara disponibile a partecipare ad incontri con gli studenti delle classi partecipanti al IV Concorso che ne faranno richiesta.

Si pregano i docenti a inviare la scheda di partecipazione al concorso, allegata alla presente, entro il 15 Novembre 2010 alla Segreteria dell’ASSOCIAZIONE AMICO LIBRO C/O FONDAZIONE “PAOLO FERRARIS” – Corso Galileo Ferraris, 99 – 10128 – TORINO
Le schede potranno essere inviate anche a mezzo fax al n. 011/812.74.93 e/o a mezzo posta elettronica all’indirizzo amicolibro06@libero.it

INFORMATIVA
Informativa ai sensi della legge 675/96 e successive modifiche sulla tutela dei dati personali. Il trattamento dei dati di cui l’Associazione garantisce la massima riservatezza, è effettuato esclusivamente ai fini inerenti il concorso in oggetto. I dati dei partecipanti non verranno comunicati e diffusi a terzi a qualsiasi titolo e potranno richiedere gratuitamente la cancellazione o la modifica scrivendo all’Associazione Amico Libro , amicolibro06@libero.it

Torino, 27 settembre 2010 
La Presidente del Concorso
Presidente Associazione Culturale Amico Libro
Teresa Ausilia Ferraris in Passalenti

PER SCARICARE IL BANDO DI CONCORSO INTEGRALE E I MODULI DI PARTECIPAZIONE ISTITUTO E PARTECIPANTE, CLICCARE SULL’IMMAGINE DEL CONCORSO. I DOCUMENTI
SI TROVANO IN FORMATO PDF A FONDO PAGINA NELLA CARTELLA GESTIONE ALLEGATI.

All. 1
I DIRITTI CULTURALI
DICHIARAZIONE DI FRIBURGO


Articolo 1) Principi fondamentali
I diritti enunciati nella presente Dichiarazione sono essenziali alla dignità umana; per questa ragione fanno parte integrante dei diritti dell’uomo e devono essere interpretati secondo i principi di universalità, di indivisibilità e di interdipendenza. Di conseguenza:
a) questi diritti sono garantiti senza discriminazione alcuna, in particolare per ragioni di colore, sesso età, lingua, religione, convinzione, discendenza, origine nazionale o etnica, origine o condizione sociale, nascita o qualsiasi altra situazione a partire dalla quale è composta l’identità culturale della persona; 
b) nessuno deve soffrire o essere discriminato in alcun modo per il fatto che eserciti, o non eserciti, i diritti enuncianti nella presente Dichiarazione; 
c) nessuno può appellarsi a questi diritti per violare un altro diritto riconosciuto nella Dichiarazione universale o negli altri strumenti relativi ai diritti dell’uomo; 
d) l’esercizio di questi diritti può subire le sole limitazioni previste negli strumenti internazionali relativi ai diritti dell’uomo; non ci si può appellare a nessuna disposizione della presente Dichiarazione per violare i diritti più favorevoli concessi in virtù della pratica di una Stato o del diritto internazionale; 
e) la realizzazione effettiva di un diritto dell’uomo implica la considerazione del suo adeguamento culturale, nell’ambito dei principi fondamentali sopra enumerati.

Articolo 2) Definizioni
Ai fini della presente Dichiarazione: 
a) il termine “cultura”copre i valori, le credenze, le convinzioni, le lingue, i saperi e le arti, le tradizioni, istituzioni e modi di vita tramite i quali una persona o un gruppo esprime la propria umanità e i significati che dà alla propria esistenza e al proprio sviluppo; 
b) l’espressione “identità culturale” è intesa come l’insieme dei riferimenti culturali con il quale una persona, da sola o in comune con gli altri, si definisce, si costituisce, comunica e intende essere riconosciuta nella sua dignità;
c) per “comunità culturale” si intende un gruppo di persone che condividono dei riferimenti costitutivi di un’identità culturale comune che intendono preservare e sviluppar.

Articolo 3) Identità e patrimonio culturali
Ogni persona, da sola o in comune con gli altri, ha diritto: 
a) di scegliere e di vedere rispettata la propria identità culturale nella diversità dei suoi modi di espressione; questo diritto si esercita in particolare in relazione con la libertà di pensiero, di coscienza, di religione, di opinione e di espressione; 
b) di conoscere e di vedere rispettata la propria cultura nonchè le culture che, nelle loro diversità costituiscono il patrimonio comune dell’umanità; ciò implica in particolare il diritto alla conoscenza dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, valori essenziali di questo patrimonio; 
c) di accedere, in particolar modo attraverso l’esercizio dei diritti all’educazione e all’informazione, ai patrimoni culturali che costituiscono le espressioni delle diverse culture e delle risorse per le generazioni future;

Articolo 4) Riferimento alle comunità culturali 
a) ogni persona ha la libertà di scegliere di identificarsi o no a una o più comunità culturali, senza considerazione di frontiere, e di modificare questa sua scelta;
b) nessuno può vedersi imporre di essere identificato o assimilato suo malgrado ad una comunità culturale.

Articolo 5) Accesso e partecipazione alla vita culturale
a) ogni persona, da sola o in comune con gli altri, ha il diritto di accedere e di partecipare liberamente, senza considerazione di frontiere, alla vita culturale attraverso le attività di sua scelta;
b) questo diritto comprende in particolare: 
- la libertà di esprimersi, pubblicamente o in privato, nella o nelle lingue di sua scelta;
- la libertà di esercitare, in conformità ai diritti riconosciuti nella presente Dichiarazione, le proprie pratiche culturali e di condurre un modo di vita associato alla valorizzazione delle proprie risorse culturali, in particolare nell’ambito dell’utilizzazione, della produzione e della diffusione dei beni e dei servizi;
- la libertà di sviluppare e di condividere conoscenze, espressioni culturali, di condurre ricerche e di partecipare alle diverse forme di creazione, nonché ai suoi benefici;
- il diritto alla tutela degli interessi morali e materiali legati alle opere che siano frutto della sua attività culturale.

Articolo 6) Educazione e formazione
Nell’ambito generale del diritto all’educazione, ogni persona, sola o in comune con gli altri, ha diritto, durante la propria esistenza, ad un’educazione e ad una formazione che, rispondendo ai suoi bisogni educativi fondamentali, contribuiscano al libero e pieno sviluppo della sua identità culturale nel rispetto dei diritti altrui e della diversità culturale: questo diritto comprende in particolare: 
a) la conoscenza e l’apprendimento dei diritti dell’uomo; 
b) la libertà di dare e ricevere un insegnamento della e nella propria lingua e di altre lingue, parimenti di un sapere relativo alla sua cultura e alle altre culture; 
c) la libertà dei genitori di far garantire l’educazione morale e religiosa dei loro figli in conformità alle proprie convinzioni e nel rispetto della libertà di pensiero, coscienza e religione riconosciuta al bambino secondo le sue capacità; 
d) la libertà di creare, di dirigere e di accedere ad istituzioni educative diverse da quelle dei poteri pubblici, a condizione che le norme ed i principi internazionali riconosciuti in materia di educazione siano rispettati e che queste istituzioni sia conformi alle regole minime prescritte dallo Stato.

Articolo 7) Comunicazione e informazione
Nell’ambito generale del diritto alla libertà di espressione, ivi compresa quella artistica, delle libertà di opinione e di informazione, e del rispetto della diversità culturale, ogni persona, da sola o in comune con gli altri, ha diritto ad un’informazione libera e pluralistica che contribuisca al pieno sviluppo della sua identità culturale; che si esercita senza considerazione di frontiere, comprende in particolare: 
a) la libertà di ricercare, ricevere e trasmettere informazioni; 
b) il diritto di partecipare ad un’informazione pluralistica, nella o nelle lingue di propria scelta, di contribuire alla sua produzione o alla sua diffusione attraverso tutte le tecnologie dell’informazione e della comunicazione; 
c) il diritto di rispondere alle informazioni erronee delle culture, nel rispetto dei diritti enunciati nella presente Dichiarazione; 

Articolo 8) Cooperazione culturale
Ogni persona, da sola o in comune con gli altri, ha diritto di partecipare tramite procedimenti democratici: 
- allo sviluppo culturale delle comunità alle quali appartiene; 
- all’elaborazione, all’applicazione e alla valutazione delle decisioni che la concernono e che hanno un impatto sull’esercizio dei propri diritti culturali; 
- allo sviluppo della cooperazione culturale nei suoi diversi livelli.

Articolo 9) Principi di gestione democratica 
Il rispetto, la tutela e l’applicazione dei diritti enunciati nella presente Dichiarazione implicano degli obblighi per ogni persona, ogni collettività; gli attori culturali dei tre settori, pubblico, privato o civile, hanno, in particolare, la responsabilità, di interagire e all’occorrenza di prendere iniziative per: 
a) vegliare affinchè si rispettino i diritti culturali e sviluppare delle modalità di consultazione e di partecipazione per assicurarne la realizzazione, in particolare per le persone disagiate data la loro condizione sociale e la loro appartenenza a una minoranza; 
b) assicurare in particolare l’esercizio interattivo del diritto a un’informazione adeguata, affinchè i diritti culturali possano essere presi in considerazione da tutti gli attori nella vita sociale, economica e politica; 
c) formare il loro personale e sensibilizzare il loro pubblico alla comprensione e al rispetto dell’insieme dei diritti dell’uomo e, in particolare, dei diritti culturali; 
d) identificare e tener conto della dimensione culturale di tutti i diritti dell’uomo, al fine di arricchire l’universalità con la diversità e favorire l’appropriazione di questi diritti da parte di ogni persona, da sola o in comune con gli altri.

Articolo 10) Inserimento nell’economia
Gli attori pubblici, privati o civili devono, nell’ambito delle loro competenze e responsabilità specifiche: 
a) vegliare, affinchè i beni e i servizi culturali, veicolo di valore, d’identità e di senso, così come tutti gli altri beni nella misura in cui hanno un’influenza significativa sui modi di vita ed altre espressioni culturali, siano concepiti, prodotti e utilizzati in modo da non minacciare i diritti enunciati nella presente Dichiarazione; 
b) considerare che la compatibilità culturale dei beni e dei servizi è spesso determinate per le persone in condizioni disagiate a causa della loro povertà, del loro isolamento o della loro appartenenza ad un gruppo determinato.

Articolo 11) Responsabilità degli attori pubblici
Gli Stati e i diversi attori pubblici devono, nell’ambito delle loro competenze e responsabilità specifiche: 
a) integrare i diritti riconosciuti nella presente Dichiarazione nelle loro legislazioni e nelle loro pratiche nazionali; 
b) rispettare, tutelare e realizzare i diritti enunciati nella presente Dichiarazione in condizioni di uguaglianza, e dedicare al massimo le loro risorse disponibili per assicurarne il pieno esercizio; 
c) garantire a ogni persona che invochi, da sola o in comune con gli altri, la violazione di diritti culturali, l’accesso a dei ricorsi effettivi, e in particolar modo giurisdizionali; 
d) rafforzare i mezzi a disposizione della cooperazione internazionale necessari alla sua applicazione e, in particolare, intensificare la loro interazione nell’ambito delle organizzazioni internazionali competenti.

Articolo 12) Responsabilità delle Organizzazioni internazionali
Le Organizzazioni internazionali devono, nell’ambito delle loro competenze e responsabilità specifiche: 
a) garantire, nell’insieme delle loro attività, la considerazione sistematica dei diritti culturali e della diversità culturale degli altri diritti dell’uomo;
b) badare al loro inserimento coerente e progressivo in tutti gli strumenti pertinenti e nei loro meccanismi di controllo; 
c) contribuire allo sviluppo dei meccanismi comuni di valutazione e di controlli trasparenti ed effettivi.

Adottata a Friburgo il 7 maggio 2007
News  
CALENDARIO INCONTRI 2010/2011
Foto Notizia
L’Associazione di Volontariato Culturale Amico Libro
in collaborazione con
la Fondazione Paolo Ferraris
presenta

il Calendario Incontri 2010/2011 VI Edizione

Sede degli incontri
Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris - C.so Galileo Ferraris 99 - Torino
Castello di Colcavagno - Via Generale Guasco 17 - Colcavagno - Montiglio M. to (AT)


Mercoledì 13 ottobre 2010 Ore 16,30/19,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino

Ore 16,30 - Conferenza stampa della Presidente Teresa Ausilia Ferraris Passalenti e presentazione del 4° Concorso Letterario 2010/2011
“OLTRE I DIRITTI DELL’UOMO... L’affermazione dei diritti culturali quale veicolo di attuazione dei diritti, delle libertà e delle responsabilità di ogni essere umano”.
Ore 17,30 - Presentazione delle attività culturali 2010/2011 e del Calendario Incontri della VI edizione “I lettori incontrano gli autori”.
Ore 18,00 - Conversazione sul tema della deontologia professionale degli operatori della comunicazione a cura del dott. Ezio Ercole Vice-Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Regione Piemonte.

Mercoledì 17 novembre 2010 Ore 17,30/19,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino

Presentazione del libro di Adriana Vindigni “Bambole" L’incontro tra due donne che si narrano amori trascorsi - Edizioni Albatros.

Mercoledì 15 dicembre 2010 Ore 17,30/19,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino
Presentazione del libro di Cristina Carretta "Casa e personalità" L’autrice ci condurrà lungo tutto un itinerario zodiacale - Xenia Edizioni

Mercoledì 12 gennaio 2011 Ore 17,30/19,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino

Suor Giuliana Galli presenta il libro di Elena Loewenthal “Una giornata al monte dei pegni”. Come ci si congeda dalle cose prima di lascarle? Meglio l’indifferenza o un brandello di cuore che se ne va? - Einaudi Editore.

Mercoledì 16 febbraio 2011 Ore 17,30/19,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino

Pier Luigi Coda presenta “Mafalda di Savoia”. La drammatica vicenda della principessa di Savoia Assia. - Edizione Solfanelli.

Martedì 8 marzo 2011 Ore 17,30/19,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino

Presentazione del libro di Giusi Audiberti “Colombina d’amore e le sue sorelle”. Luoghi e memorie di donne in Piemonte tra ‘600 e ’700. - Neos Edizioni.

Mercoledì 16 marzo 2011 Ore 17,30/19,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino

Incontro con i giovani partecipanti al 4° Concorso Letterario “OLTRE I DIRITTI DELL’UOMO... L’affermazione dei diritti culturali quale veicolo di attuazione dei diritti, delle libertà e delle responsabilità di ogni essere umano” in preparazione della eventuale partecipazione alle giornate del Salone Europeo dei Giovani e i Diritti dell’Uomo dal 19 al 21 marzo 2011 che si terrà a Strasburgo.

Mercoledì 13 aprile 2011 Ore 17,30/19,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino

“Fra marsine e merletti”. Cosa avvenne tra il 20 e il 21 luglio 1858 a Plombières? Il Conte di Cavour vi incontra Napoleone III per gettare le basi dell’alleanza tra la Francia e il Regno di Sardegna. A cura di Vittorio G. Cardinali, Associazione immagine per il Piemonte. E’ presente Silvia Ramasso per Neos Edizioni.

Domenica 1° maggio 2011 Ore 10,00/12,00 - 15,00/18,00
Sede Castello di Colcavagno - Via Generale Guasco 17 - Colcavagno - Montiglio M.to (AT)

Inaugurazione della “STAGIONE CULTURALE 2011”.

Mercoledì 11 maggio 2011 Ore 10,00/12,00 - 15,00/18,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino

Carla Quarello: conversazione storica su Amedeo VIII di Savoia 1° Duca di Savoia e ultimo Antipapa.

Data e ora da definire (Entro il mese di aprile 2011 sarà data tempestiva comunicazione in merito)
24° SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO
Presentazione degli elaborati dei partecipanti al 4° Concorso Letterario “OLTRE I DIRITTI DELL’UOMO... L’affermazione dei diritti culturali quale veicolo di attuazione dei diritti, delle libertà e delle responsabilità di ogni essere umano” con l’intervento della Commissione esaminatrice e proclamazione dei vincitori.

Sabato 4 giugno 2011 Ore 15,00/18,00
Sede Castello di Colcavagno - Via Generale Guasco 17 - Colcavagno - Montiglio M.to (AT)

Ore 15,00 - Inaugurazione mostra “150 ANNI DI STORIA DELL’UNITA’ D‘ITALIA LETTA
ATTRAVERSO I SUOI PROTAGONISTI: LIBRI, DOCUMENTI, POESIE, MUSICA, ARTE,
TEATRO...”
Ore 16,00 - Premiazione dei vincitori del 4° Concorso Letterario “OLTRE I DIRITTI DELL’UOMO... L’affermazione dei diritti culturali quale veicolo di attuazione dei diritti, delle libertà e delle responsabilità di ogni essere umano”

Mercoledì 8 giugno 2011 Ore 17,30/19,00
Sede Sala Incontri Fondazione Paolo Ferraris C.so Galileo Ferraris 99 – Torino
Presentazione del libro di Massimo Centini "I misteri del Risorgimento" Un volto meno noto della storia - Pintore Editore.


EVENTUALI VARIAZIONI AL PROGRAMMA SARANNO PUBBLICATE SUI SITI DELL’ASSOCIAZIONE AMICO LIBRO www.amicolibro06.it E DELLA FONDAZIONE PAOLO FERRARIS www.fondazionepaoloferraris.it . NEL CORSO DELL’ATTIVITA’ CHE SI SVOLGERA’ NEL PERIODO OTTOBRE 2010 - GIUGNO 2011 POTRANNO ESSERE DEFINITI ULTERIORI APPUNTAMENTI DEI QUALI SARA’ DATA AMPIA NOTIZIA.

A fondo pagina, nella sezione "GESTIONE ALLEGATI"
si trova la locandina stampabile e scaricabile del calendario completo.

<< Notizie precedenti   Notizie successive >>
 
 
Fondazione Paolo Ferraris come Home page
Cod. Fiscale 97532950017 - C.so Galileo Ferraris 99 - Torino
605538 connessioni ad oggi
Pagina creata in 0.062 secondi